ALEZEIA

La verità vi farà liberi

Posts Tagged ‘Emma Bonino’

“Una Regione a misura di famiglia”

Posted by ikzus su 26 marzo 2010


Dal FORUM delle ASSOCIAZIONI FAMILIARI, un Manifesto per “Una Regione a misura di famiglia” (qui il PdF da scaricare): hanno aderito 400 candidati consiglieri e 20 aspiranti governatori – qui i nominativi (.doc da scaricare).

logo elezioni

Una Regione
a misura di famiglia

400 candidati consiglieri e 20 aspiranti governatori impegnati
nelle elezioni amministrative del 28 e 29 marzo
hanno sottoscritto il Manifesto del Forum delle associazioni familiari
in cui si chiede ai candidati di prendere posizione
sui temi familiari che incrociano le competenze regionali
e di impegnarsi, se eletti, a tradurre le priorità indicate
in normative concrete.
Tra un anno, il 25 marzo 2011, appuntamento per verificare
quali intenzioni sono divenute realtà

***

Le adesioni

***

vai alle pagine di approfondimento

***

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Posted in famiglia, politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Nuove Onde, rapporto su i valori non negoziabili

Posted by ikzus su 21 marzo 2010


Dall’ottimo sito NUOVE ONDE, un’analisi accurata ed impietosa del comportamenteo delle varie forze politiche nei confronti dei valori non negoziabili; non c’è bisogno di commenti, direi.

•   —   •   —   •

Sabato 13 marzo è stata pubblicato – sul quotidiano Libero – un commento al nostro lavoro di osservazione della politica a firma del giornalista Andrea Morigi. Qui di seguito ve ne proponiamo il testo, ricordandovi che il nostro documento di analisi è disponibile cliccando qui.

Bocciato senza appello il centrosinistra – con la sola eccezione di Giuseppe Bortolussi in Veneto -, insieme a Udc e radicali. Promosso con un recupero in extremis per Renata Polverini il centrodestra, con la Lega Nord. È la sentenza del monitoraggio su famiglia, vita umana, bioetica ed educazione dell’Osservatorio politico di Nuove Onde.

Tornano a galla i princìpi non negoziabili, sui quali la Chiesa chiede di valutare la condotta della classe politica. Con molte Regioni in bilico, il voto cattolico rischia così di rivelarsi determinante nei testa a testa fra aspiranti governatori.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Le elezioni regionali secondo il vicariato di Roma

Posted by ikzus su 15 marzo 2010


Non si possono concedere «deleghe di rappresentanza politica» a chi persegue un progetto politico «che ci è estraneo e che non condividiamo». Non si possono «equiparare qualunquisticamente» i vari progetti, perché «non tutti incarnano i valori in cui crediamo». Non solo, «deploriamo ogni forma di propaganda elettorale, spacciata come sostenitrice della visione cattolica, ma che tale non è». Firmato, la diocesi di Roma.

Con una Nota del Vicariato in merito alle imminenti elezioni regionali, che appare oggi sulla prima pagina del settimanale diocesano Roma Sette, la comunità cristiana dell’Urbe – pur senza dare, come prassi, esplicite indicazioni di voto – fornisce un chiaro orientamento per esercitare questo diritto in modo responsabile rispetto alla fede professata. La quale a sua volta non è un «sentimento elastico che si modella a piacimento e ad ogni circostanza». I «valori cristiani e civili», parte di un progetto politico che i «cittadini cristiani» considerano «irrinunciabili», – e che sono disposti a «sostenere anche con il proprio voto» – sono: libertà religiosa, difesa della sacralità della vita dal concepimento fino alla morte naturale, libertà fondamentali della persona, famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna, aperta alla maternità e paternità responsabile, libertà educativa e di istruzione, lavoro retribuito secondo giustizia, cura della salute, apertura agli immigrati in un sistema di leggi che coniughi insieme accoglienza legalità e sicurezza, casa, salvaguardia del creato, «in una parola il bene comune». E per perseguirlo ci sono confini precisi, «nel rispetto delle regole democratiche e di chi non la pensa come noi». Quelli che riguardano la persona «fatta a immagine di Dio», il suo rispetto e il suo «sviluppo integrale». È quello che spregiativamente viene definito un ‘chiodo fisso’, una fissazione, una mania. Ma il documento fa sua questa espressione nella sua oggettiva consistenza di ancoraggio stabile.
Leggi il seguito di questo post »

Posted in politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Le elezioni regionali secondo i vescovi emiliani

Posted by ikzus su 15 marzo 2010


Comunicato dei Vescovi dell’Emilia Romagna in vista delle elezioni regionali

Gli Arcivescovi e Vescovi della regione Emilia-Romagna desiderano indirizzare ai fedeli delle loro comunità questa comunicazione, in vista delle elezioni regionali del prossimo mese di marzo.

1. Come Vescovi, la nostra prima inderogabile missione è di annunciare il Vangelo proponendo ad ogni uomo la via della fede, come via della libertà, come via della responsabilità e della salvezza.
Ma il Vangelo che dobbiamo annunciare contiene anche una precisa concezione dell’uomo e di tutta la sua realtà, personale e sociale, che risponde in modo adeguato alle fondamentali esigenze della sua persona.
È questa concezione il nucleo portante della Dottrina Sociale che la Chiesa ha sempre proclamato e testimoniato, e che l’attuale pontefice Benedetto XVI ha mirabilmente sintetizzato nell’espressione «valori non negoziabili».

Leggi il seguito di questo post »

Posted in politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Emma Bonino: fuoriclasse… di che?

Posted by ikzus su 26 febbraio 2010


Dal sito L’Ottimista ripoto integralmente questo pezzo di Antonio Gaspari

•   —   •   —   •

L’insostenibilità della cultura radicale rispetto ai valori cattolici e laici

La candidatura alla presidenza della regione Lazio di Emma Bonino, da parte dell’alleanza di centro sinistra, rappresenta un punto di svolta decisivo non solo per le sorti del Partito democratico (Pd) ma per l’intero arco politico nazionale e per le rispettive componenti di voto. Come ha scritto Marco Tarquinio, direttore di Avvenire, rispondendo a Pier Luigi Bersani “il nome e la storia di Emma Bonino sono un programma”. Un  programma, “superabortista e iperliberista” che  è “incompatibile con (…) la visione cristiana della vita e dei rapporti sociali”.

Per i cattolici il programma e la storia di Emma Bonino sono sufficientemente chiari, si tratta della candidata più radicale di quella che Giovanni Paolo II ha indicato come “cultura della morte”. Morte per i bambini e le bambine concepite, perché la Bonino ha promosso e praticato l’aborto. Scelta di cui non si è mai pentita e di cui, anzi, si è vantata e si sente fiera. Il Lazio è una delle regioni italiane con il più alto numero di interruzioni volontarie di gravidanza. Un eventuale presidenza Bonino ridurrebbe ulteriormente la fertilità privando il Lazio della speranza che solo i bambini e le bambine sanno comunicare così gioiosamente. Morte per i matrimoni, perché la Bonino è stata anche promotrice e sostenitrice della cultura e delle leggi che hanno visto moltiplicarsi separazioni e divorzi fino ad un numero di oltre 130.000, con una media di circa 356 al giorno. Morte per i giovani perché la Bonino è da sempre sostenitrice della legalizzazione delle sostanze stupefacenti. Morte per chi è anziano, malato e disabile, visto che la Bonino sostiene la cultura e le proposte legislative per la legalizzazione dell’eutanasia.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

La vera storia di Emma Bonino

Posted by ikzus su 28 gennaio 2010


LA VERA STORIA DI EMMA, l’abortista fai da te che vuole prendersi il Lazio

La candidata del Pd nel Lazio, Emma Bonino, negli anni ’70 aspirava i feti con la pompa delle biciclette e li gettava nella spazzatura. Si fece pure fotografare mentre aspirava un feto. La Bonino praticava aborti e se ne vantava. Per questo fu arrestata. E oggi pur di prendere voti si accredita come amica del Vaticano. La storia che nessuno vuol ricordare…

di ANDREA MORIGI – da “LIBERO” del 21 gennaio 2010

Aborti, non parole. Gli elettori laziali possono sciogliere i loro eventuali dubbi: Emma Bonino mantiene le promesse elettorali. Lo testimonia la sua storia personale, anche quella dimenticata nei ritratti ufficiali, che ora la esaltano come paladina dei diritti umani. Solo raramente invece spunta una fotografia, pubblicata da Oggi nel 1975, che la ritrae curva davanti a una donna a gambe divaricate nell’atto – vero o messo in scena per il servizio – di strappare la vita a un bambino.

Ma l’attuale candidata radicale, appoggiata dal Pd alla presidenza della Regione Lazio, a quei tempi, combatteva una battaglia per il «diritto a una maternità scelta», dirà nel 2006 a Grazia. Da militante radicale, agiva, infilando il tubo di una pompa da bicicletta nell’utero delle donne che si rivolgevano a lei per uccidere il figlio che portavano in grembo. Era l’attuale vicepresidente del Senato ad aspirare personalmente il «contenuto dell’utero». Poi lo depositava in un vaso da marmellata.

È lei stessa a ricostruire il macabro procedimento, tralasciando soltanto un particolare: i feti finivano fra i rifiuti. A Neera Fallaci, di Oggi, confidava però la propria e altrui indifferenza: «Alle donne non importa nulla che io non usi un vaso acquistato in un negozio di sanitari, anzi, è un buon motivo per farsi quattro risate». Le aveva insegnato a riderci sopra Adele Faccio, con cui nel 1974 aveva fondato a Milano il Centro Informazioni Sterilizzazione e Aborto, che vanta il record di 10.141 aborti procurati, all’epoca clandestinamente, cioè contro la legge che li considerava infanticidi.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in politica, vita | Contrassegnato da tag: , , , , | 18 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: