ALEZEIA

La verità vi farà liberi

Breve cronistoria dell’Islam “religione di pace

Posted by ikzus su 4 giugno 2017


conquiste Islam.pnghttp://cronologia.leonardo.it/storia/anno622b.htm

VII sec.       Maometto conduce personalmente decine di guerre e razzie

632 d. C. Morte di Maometto (8 giugno).

632-634       Conquista araba della Mesopotamia e della Palestina.

635       Conquista araba di Damasco.

638       Conquista araba di Gerusalemme.

642       Conquista araba di Alessandria di Egitto.

647       Conquista araba della Tripolitania.

649       Inizio delle guerre sul mare e conquista di Cipro.

652       Prima spedizione contro la Sicilia.

667       Occupazione araba di Calcedonia (Anatolia).

669       Attacco a Siracusa.

670       Attacco ai berberi e conquista del Màghreb.

674-680       Primo assedio arabo di Costantinopoli.

698       Gli arabi prendono Cartagine ai bizantini.

700       Assalto arabo a Pantelleria.

704       L’emiro Musa proclama la “guerra santa” nel Mediterraneo occidentale; infesta il Tirreno e assale la Sicilia.

710       Attacco arabo a Cagliari.

711       Sbarco arabo nella Spagna meridionale. Inizia la conquista della penisola iberica.

715-717       Secondo assedio arabo di Costantinopoli.

720       Attacco alle coste della Sicilia.

727-731       Aggressioni alle coste della Sicilia.

738       Liutprando sconfigge gli arabi ad Arles.

740       Primo sbarco in Sicilia di un esercito saraceno.

753       Ulteriore sbarco in Sicilia.

778       Il giorno 8 settembre, Franchi e Longobardi sconfiggono gli arabi a Sabart, sui Pirenei.

806       I mussulmani occupano Tyana, in Anatolia, e avanzano fino ad Ankara. Ademaro, conte franco di Genova, combatte i saraceni in Corsica.

812-813       I saraceni attaccano Lampedusa, la Sicilia, Ischia, Reggio Calabria, la Sardegna, la Corsica e Nizza.

819       Nuovo attacco alla Sicilia.

827       Il 14 giugno, sbarco in Sicilia di un esercito, per la conquista dell’isola.

829       I saraceni sbarcano a Civitavecchia.

830       I saraceni invadono la campagna romana e saccheggiano le basiliche di San Paolo e di San Pietro.

831       A settembre, Palermo si arrende agli arabi.

838       Attacco saraceno a Marsiglia.

839       Incursioni saracene in Calabria. Sbarco e conquista di Taranto.

840       Scontro navale, davanti a Taranto, tra saraceni e veneziani, che non riescono a fermare l’attacco. Saccheggio di Cherso, del Delta del Po e di Ancona.

841       Gli arabi si spingono nel Quarnaro e distruggono la flotta veneziana all’isola di Sansego.

842       Il 10 agosto Bari viene conquistata. Vengono saccheggiate le coste della Puglia e della Campania.

843       L’emiro palermitano scaccia i bizantini da Messina.

844       I normanni sbarcano in Spagna e occupano Siviglia.

846       Spedizioni saracene a Ponza e a Capo Miseno. Il 23 agosto, gli arabi sbarcano alla foce del Tevere, assediano Ostia, saccheggiano nuovamente le basiliche di San Pietro e di San Paolo e l’entroterra fino a Subiaco, assediando poi Roma. Ritiratisi, depredano Terracina, Fondi, e assediano Gaeta.

849       I saraceni saccheggiano Luni e Capo Teulada, in Sardegna.

850       Attacco arabo contro Arles.

852-853       Assalto alle coste calabresi e campane.

856       Incursioni arabe a Isernia, Canosa, Capua e Teano.

859       Gli arabi prendono Enna.

867       Gli arabi saccheggiano il monastero di San Michele sul Gargano. I saraceni occupano alcune città dalmate e assediano Ragusa. La flotta veneziana, guidata dal doge Orso, li insegue e li sbaraglia davanti a Taranto.

868       Re Ludovico libera Matera, Venosa e parte della Calabria.

869       Bande di saraceni invadono la Camargue.

870       Gli arabi occupano Malta e saccheggiano Ravenna.

879       Gli arabi prendono Taormina.

879       I saraceni saccheggiano Teano, Caserta e la campagna romana.

881       Il Papa scomunica il Vescovo di Napoli per la sua alleanza con i saraceni.

885       I saraceni saccheggiano Montecassino e la Terra di Lavoro.

890       I mori di Spagna attaccano la costa provenzale e stabiliscono una base a Frassineto (La Garde-Freinet).

898       Saccheggio saraceno della Badia di Farfa.

912       Incursione saracena all’Abbazia di Novalesa.

913       Attacco alla Calabria.

914       Gli arabi stabiliscono basi a Trevi e a Sutri.

916       Incursione saracena nella Moriana (Savoia).

922       Incursione e saccheggio di Taranto.

924       Presa di Sant’Agata di Calabria.

925       Incursioni saracene in tutta la Calabria, fino in terra d’Otranto; assedio e massacro di Oria.

929       Saccheggio delle coste calabresi.

930       Paestum viene saccheggiata.

934       Assalto alla costa ligure.

935       Saccheggio di Genova.

936       Fallito attacco saraceno ad Acqui, difesa dal conte Aleramo.

940       Incursione saracena al passo del San Bernardo.

950       L’emiro palermitano assale Reggio e Gerace e assedia Cassano Jonio.

952       Gli arabi, alleati con Napoli, colonizzano la Calabria.

960       San Bernardo da Mentone vince e insegue i saraceni in Val d’Aosta, fino a Vercelli.

965       Gli arabi prendono Rametta, ultima roccaforte siciliana e in seguito sbarcano in Calabria.

969       Saccheggi saraceni nell’Albesano.

977       I saraceni prendono Reggio, Taranto, Otranto e Oria.

978       I saraceni saccheggiano la Calabria.

981       Ancora saccheggi in Calabria.

986       I saraceni saccheggiano Gerace.

987       I saraceni saccheggiano Cassano Jonio.

988       Gli arabi prendono Cosenza e la terra di Bari.

991       Presa di Taranto.

994       Assedio e presa di Matera.

1002    Incursioni a Benevento e nelle campagne napoletane, assedio di Capua.

1003    Incursioni nell’entroterra di Taranto. Attacco a Lérins, in Provenza.

1009    Il califfo Al-Hakim tenta di distruggere il Santo Sepolcro.

1029    Saccheggio delle coste pugliesi.

1031    Saccheggio di Cassano Jonio.

1047    Incursione saracena a Lérins.

1071    Gli arabi vincono la battaglia di Manazkert e iniziano la conquista dell’Anatolia.

1074    Sbarco di saraceni tunisini a Nicotera, in Calabria.

1080    I saraceni, al servizio dei normanni, saccheggiano Roma.

1086    Gerusalemme cade in mano ai turchi.

1096    Inizio della Prima crociata, male organizzata e destinata a fallire. Nell’ottobre dello stesso anno verrà bloccata presso il Bosforo.

1097    Prende l’avvio la seconda fase della crociata che condurrà alla conquista di Betlemme il 15 luglio 1099.

1122    Scorreria saracena a Patti e a Siracusa.

1127    Attacco a Catania e nuovo saccheggio di Siracusa.

1144    L’atabeg di Mossul Zengi, con un colpo di mano, s’impadronisce di Edessa assumendo nel mondo islamico ruolo e fama di “difensore della fede”.

1145    Papa Eugenio III bandisce la seconda crociata. A causa dei contrasti interni si rivelerà inutile.

1187    Salah-ad-Din riconquista Gerusalemme.

1190    Papa Clemente III organizza la terza crociata. Riccardo Cuor di Leone sconfigge per due volte Salah-ad-Din ma, sempre a causa dei dissensi interni alla coalizione, non poté liberare Gerusalemme. Concluse però una tregua di tre anni, che prevedeva garanzie per i pellegrini (1192).

1195-1204    Si susseguono diversi tentativi pressoché inutili di organizzare una quarta crociata. Anche in questo caso mancherà la necessaria coesione e le lotte interne la renderanno pressoché inutile.

1213    Papa Innocenzo III tenta di bandire un’altra crociata che però non avrà luogo.

1217-1221    Quinta crociata. Nel 1219 le cronache riportano la visita di Francesco d’Assisi al campo crociato. Francesco predirà la sconfitta a causa delle faziosità e delle divisioni interne. La Chiesa non riconoscerà la quinta crociata.

1221    Fallisce la conquista de Il Cairo e anche la quinta crociata si risolve con un nulla di fatto.

1229    Federico II accordatosi con il sultano d’Egitto al-Kamil (Trattato di Giaffa) ottiene Gerusalemme, Betlemme, Nazaret e alcune località costiere fra San Giovanni d’Acri e Giaffa e tra Giaffa e Gerusalemme; e conclude anche una tregua decennale.

1244    I mussulmani riconquistano Gerusalemme.

1245    Papa Innocenzo IV bandisce la settima crociata. Luigi IX, re di Francia, la organizza con le sue sole forze ma non riesce a conquistare Gerusalemme. Ulteriori tentativi si concluderanno nel 1270 con pochi esiti. Dalla seconda metà del sec. XIV, la progressiva avanzata dei turchi ottomani verso il cuore dell’Europa ridiede una certa attualità alla crociata, intesa però in senso non di guerra santa per la riaffermazione del cristianesimo in Oriente, ma di guerra per la difesa dell’Occidente stesso dall’islamismo sulla via di sempre più ampie conquiste. Le crociate fallirono quanto al loro scopo originario, cioè la liberazione dei Luoghi Santi dai mussulmani. Restano tuttavia un fenomeno storico di grande rilevanza non solo religiosa, ma politica, economico-sociale, culturale. Politicamente, impegnarono i mussulmani contenendone e ritardandone l’avanzata in Europa, e ciò permise lo sviluppo degli Stati centro-occidentali.

1308    I turchi prendono Efeso e l’isola di Chio.

1326    I turchi conquistano Brussa.

1329    I turchi prendono Nicea (Urchan).

1330    I turchi sconfiggono i bulgari, a Velbuzhd.

1337    I turchi conquistano Nicomedia e si installano sul Mar di Marmara.

1356    I turchi prendono Gallipoli, sul Mar di Marmara.

1371    I turchi sconfiggono i serbi sulla Martz.

1382    I turchi occupano Sofia.

1386    I turchi occupano Nis, in Macedonia.

1423    I turchi prendono il Peloponneso e la Morea.

1425    Abbandono dell’isola di Montecristo a causa delle continue incursioni saracene.

1430    I turchi prendono Tessalonica, la Macedonia, l’Epiro e la città di Giannina.

1453    Maometto II prende Costantinopoli.

1455    I turchi prendono Focea, Tasso e Imbro, nell’Egeo.

1458    Maometto II conquista tutte le terre cristiane in Grecia, tranne le colonie veneziane. Dopo due anni di assedio, cade l’Acropoli di Atene.

1459    La Serbia diventa provincia ottomana.

1460    I turchi occupano tutto il Peloponneso.

1461    Cade anche Trebisonda, ultimo Stato bizantino. I turchi occupano la colonia genovese di Salmastro.

1462    Maometto II occupa la Valacchia. Prende Mitilene ai genovesi.

1465    Costantinopoli diventa la capitale dell’impero ottomano. La cattedrale di Santa Sofia viene trasformata in moschea.

1470    I turchi occupano la veneziana Negroponte.

1471    Scorrerie ottomane in Carniola, in Istria, nel Monfalconese e nel Triestino.

1472    Scorrerie ottomane in Croazia.

1473    Scorrerie ottomane in Carniola e Carinzia.

1474    Scorrerie ottomane in Croazia e Slavonia.

1475    Incursioni turche in Stiria inferiore e Carniola. I turchi prendono Kaffa e tutta la Crimea ai Genovesi.

1476    Incursioni turche in Carniola, Stiria, e in Istria, fino a Gorizia e Trieste.

1477    Incursione in Friuli.

1478    Scorreria in Carniola, Istria e Dalmazia.

1480-1481    I turchi conquistano Otranto e ne massacrano la popolazione compiendo un’orribile strage.

1482    Incursione ottomana in Istria e Carniola.

1483    Incursione in Carniola. Annessione turca dell’Erzegovina.

1484    Conquista turca dei porti sulla Moldava.

1493    Scorrerie in Istria, Carniola e Carinzia.

1498-1499    Scorrerie ottomane in Carniola, Istria e Carinzia.

1499    Grande scorreria turca in Friuli, fino ai confini della Marca Trevigiana.

1511    I turchi conquistano la Moldavia.

1516    Saccheggio di Lavinio, sul litorale romano.

1521    Suleiman II prende Belgrado.

1522    I turchi prendono Rodi ai Cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme, che si trasferiscono a Malta, assumendo il nome di “Cavalieri di Malta”.

1526    Suleiman II sconfigge gli ungheresi a Mohàcs.

1528    I turchi assoggettano il Montenegro.

1529    Suleiman II intraprende il primo assedio di Vienna. Occupa la Georgia e l’Armenia.

1531    Khaireddin saccheggia le coste dell’Andalusia.

1543    Suleiman II conquista gran parte dell’Ungheria.

1551    Dragut saccheggia Augusta, in Sicilia.

1554    Dragut saccheggia Vieste.

1555    Dragut assale Paola, in Calabria.

1556    Ivan IV conquista Astrachan.

1558    Dragut saccheggia Sorrento e Massa Lubrense.

1566    Una flotta turca entra in Adriatico e bombarda Ortona e Vasto. I turchi prendono Chio ai genovesi.

1571    Il 6 agosto, i turchi prendono Famagosta, ultimo caposaldo veneziano di Cipro. Il 7 ottobre, la flotta turca, guidata da Selim II, è sconfitta, a Lepanto, da quella cristiana.

1575-1600    I pirati moreschi attaccano sistematicamente le coste della Catalogna, dell’Andalusia, della Linguadoca, della Provenza, della Sicilia e della Sardegna.

1582    Saccheggio di Villanova-Monteleone in Sardegna.

1587    Gli arabi attaccano Porto Vecchio, in Corsica.

1588    Hassan Aghà saccheggia il litorale laziale e Pratica di Mare.

1591    Il Pascià di Bosnia invade la Croazia austriaca.

1618-1672    Gli arabi attaccano sistematicamente le coste siciliane.

1623    Gli arabi saccheggiano Sperlonga.

1636    Gli arabi occupano Solanto.

1647    Gli arabi saccheggiano parte della Costa Azzurra.

1672    I turchi attaccano la Polonia e conquistano la fortezza di Kamenez. Con il Trattato di Bucracz ottengono la Podolia.

1680    I turchi saccheggiano Trani e Lecce.

1683    I turchi assediano Vienna dal 14 luglio. L’imperatore Leopoldo I si allea con Giovanni Sobieski, re di Polonia. Vienna è liberata dall’esercito austro-polacco del duca Carlo Leopoldo V di Lorena, con la battaglia di Kalhenberg, del 12 settembre.

1703    Ahmed III fa guerra a Pietro I e lo sconfigge sul Prut.

1708    Algeri riprende Orano agli spagnoli.

1714    I turchi saccheggiano la zona di Lecce.

1727    I mussulmani saccheggiano San Felice al Circeo.

1741    I Bey di Tunisi cacciano i genovesi dall’isola di Tabarca.

1754    Saccheggio arabo di Montalto di Castro.

1780    I mussulmani saccheggiano Castro, in Puglia.

1799    Dopo la partenza di Napoleone, i turchi riprendono l’Egitto.

1915-1916    Genocidio degli armeni da parte dei turchi.

1920-1922    I turchi respingono il Trattato di Sèvres e cacciano i greci dall’Anatolia.

1923    Con la Pace di Losanna, la Turchia si riprende la costa dell’Anatolia. È una vera pulizia etnica con la deportazione di intere popolazioni.

The Legacy of Jihad. Islamic Holy War and the Fate of Non-Muslims,
edited by Andrew G. Bostom, foreword by Ibn Warraq,
Prometheus Books, New York, 2005.

–   *   –   *   –

“nei primi anni Novanta i musulmani erano coinvolti più di qualsiasi altra comunità in conflitti con gruppi diversi, e dai due terzi ai tre quarti di tutte le guerre tra civiltà in corso nel mondo vedevano contrapposti musulmani e non musulmani.”

Samuel P. Huntington
“Lo scontro delle civiltà e il nuovo ordine mondiale”
Garzanti 1997, pag. 381-383

–   *   –   *   –

tratto da “OBAMALLAH“, ebook scaricabile gratuitamente da qui, oppure anche a questo indirizzo (previa registrazione gratuita).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: