ALEZEIA

La verità vi farà liberi

“Una Regione a misura di famiglia”

Posted by ikzus su 26 marzo 2010


Dal FORUM delle ASSOCIAZIONI FAMILIARI, un Manifesto per “Una Regione a misura di famiglia” (qui il PdF da scaricare): hanno aderito 400 candidati consiglieri e 20 aspiranti governatori – qui i nominativi (.doc da scaricare).

logo elezioni

Una Regione
a misura di famiglia

400 candidati consiglieri e 20 aspiranti governatori impegnati
nelle elezioni amministrative del 28 e 29 marzo
hanno sottoscritto il Manifesto del Forum delle associazioni familiari
in cui si chiede ai candidati di prendere posizione
sui temi familiari che incrociano le competenze regionali
e di impegnarsi, se eletti, a tradurre le priorità indicate
in normative concrete.
Tra un anno, il 25 marzo 2011, appuntamento per verificare
quali intenzioni sono divenute realtà

***

Le adesioni

***

vai alle pagine di approfondimento

***

Le priorità per la prossima legislatura

1. Approvazione e – dove già esiste – piena applicazione della legge regionale sulla famiglia, che sia
adeguatamente finanziata, preveda provvidenze per le singole famiglie, istituisca una consulta regionale
delle associazioni familiari, realizzi un’effettiva sussidiarietà verso le famiglie e le associazioni familiari
che si impegnano ad offrire servizi (albo delle associazioni familiari), e consideri un momento pubblico
di verifica con cadenza annuale o biennale (conferenza regionale sulla famiglia).

2. Istituzione della V.I.F. (Valutazione di Impatto Familiare): ogni decisione che possa riguardare anche
indirettamente la famiglia deve essere preceduta e corredata da una valutazione in grado – se negativa –
di imporre la riprogrammazione del provvedimento ovvero la sua decadenza.

3. Valutazione del nuovo regime di federalismo fiscale e delle sue ricadute sulla famiglia, cogliendo
l’opportunità per giungere ad un fisco regionale a misura di famiglia.

4. Approvazione di specifici provvedimenti per sostenere la stabilità e arginare la crisi della famiglia tra cui
percorsi di formazione per fidanzati e giovani coppie, corsi di supporto alla genitorialità, servizi di
consulenza e conciliazione coniugale e mediazione familiare, sostegno all’adozione e all’affido.

***

LA FAMIGLIA E I BENI RELAZIONALI
Per proteggere la relazione coniugale e genitoriale/filiale quali fondamenti della famiglia:
• Percorsi di formazione propedeutici al matrimonio civile e concordatario.
• Percorsi di sostegno alla genitorialità naturale, all’adozione e all’affido.
• Promozione dell’associazionismo familiare.

LA FAMIGLIA E LA VITA UMANA
Per intervenire a sostegno delle famiglie e della maternità nell’accoglienza della vita dal concepimento
al termine naturale, per la piena realizzazione delle legittime aspirazioni di paternità
e maternità dell’uomo e della donna, per la salvaguardia del diritto di ogni uomo a nascere
e a crescere con un padre e una madre legati da una unione stabile, per arrestare l’invecchiamento
della popolazione e per la sopravvivenza della nostra cultura e della nostra società:
• Prevenzione dell’ aborto.
• Presa in carico dei minori 0-3 anni.
• Riforma e riqualificazione dei consultori.
• Assistenza socio-sanitaria integrata e accudimento in famiglia per anziani, malati e disabili.
LA FAMIGLIA, L’EDUCAZIONE, LA SCUOLA E LA FORMAZIONE
Per consentire alla famiglia di svolgere con libertà il proprio originale ruolo di responsabilità educativa
dei propri figli in collaborazione con il mondo della scuola e dell’associazionismo di settore:
• Buoni scuola o vaucher educativi per l’accesso alla scuola statale e paritaria.
• Sostegno alle famiglie per il materiale didattico.
• Sviluppo e sostegno a un sistema di Istruzione e Formazione Professionale iniziale anche per contrastare
la dispersione scolastica
• Maggior interazione scuola-famiglia anche mediante l’Istituzione di un Garante regionale dell’educazione.

LA FAMIGLIA E IL MONDO DEL LAVORO
Per promuovere una riconciliazione tra la famiglia e il lavoro, tra i tempi della famiglia e i tempi del lavoro,
oltreché un compiuto riconoscimento del lavoro endofamiliare:
• Linee guida regionali per l’elaborazione dei Piani dei tempi delle città.
• Incentivi fiscali per aziende e premi per amministrazioni che pratichino il part time e i congedi parentali.
• Politiche di sostegno per la riqualificazione professionale e il reinserimento nel mondo del lavoro
dei lavoratori endofamiliari.

LA FAMIGLIA E IL SOCIALE
Per sostenere la famiglia sia come soggetto attivo sia come fruitore di servizi in un’ottica di piena sussidiarietà:
• Servizi sociali calibrati sulla cura della persona nelle sue relazioni costitutive e significative.
• Voucher di cura per famiglie con anziani, malati, disabili, tossicodipendenti, disoccupati e altro.
• Formazione regionale e locale per baby sitter e badanti con istituzione dei relativi albi.
• Promozione di reti di asili nido e tagesmutter.

LA FAMIGLIA E IL SISTEMA FISCALE
Per giungere ad una compiuta equità fiscale:
• Introduzione del quoziente familiare (quoziente Parma) che – a differenza dell’ISEE – consideri l’effettivo peso
di ogni membro della famiglia nel computo delle aliquote delle imposte regionali e locali.
• Nuovo computo delle tariffe dei servizi improntata ad una progressiva diminuzione delle tariffe stesse
al crescere del numero dei componenti familiari (acqua, luce, trasporti).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: